Eventi

Firenze, gli eventi di giovedì 12 ottobre

Nuovi libri, nuovi cantautori ma anche blasonati esponenti dell'architettura ed ancora grandi mercati in città. Ecco tutte le dritte per non lasciarsi scappare gli appuntamenti più interessanti

Firenze, gli eventi di giovedì 12 ottobre
Firenze, gli eventi di giovedì 12 ottobre (Veronika Galkina - shutterstock.com)

FIRENZE – Tanta cultura per questo giovedì fiorentino. Non mancherà le occasioni di divertimento e di scoperta. Ecco i consigli per non perdersi il meglio.

Musica e cultura
A Le Murate, Caffè letterario, alle 18, presentazione del libro con l'autore: «Gli anni forti». L'autrice Paola Martini dialoga con Ludovico Arte, Preside dell'Istituto Marco Polo di Firenze, e Lorenzo Zino, Presidente dell'associazione freudiana Toscana: Una bambina in una villa di campagna tra Montopoli e San Miniato, poi un'adolescente del liceo, una studentessa di Filosofia, a Firenze, in «minigonna, stivali alti e foulard arrotolato intorno ai capelli (allora faceva molto Carnaby Street)». Paola Martini racconta gli anni forti, quelli che vanno dal dopoguerra al delitto Moro, le contraddizioni della famiglia, i rapporti con l'altro sesso e gli amici, le ingenuità e le speranze di una ragazza che cerca, con energia e impegno civile, di superare i limiti e le rigidità ideologiche di quegli anni. Alle 21.30 concerto di «Non Giovanni», Giovanni Santese, cantautore pugliese classe 1983. Si muove tra il Folk, il Pop e l’elettronica, per una canzone d'autore insieme classica e contemporanea. Il suo disco d'esordio è «Ho deciso di restare in Italia», uscito il 30 settembre 2014 per Irma Records/Puglia Sounds con la produzione artistica di Amerigo Verardi, nome di riferimento per la storia della musica indipendente italiana (Baustelle, Virginiana Miller). È stato tra i 5 finalisti per l'assegnazione della Targa Tenco come Migliore Opera Prima 2015. «Ho deciso di restare in tour» è stato il tour live che ha toccato le principali città d’Italia tra il 2014 e il 2015. È stato protagonista dello storico concertone del Primo Maggio 2014 a Taranto, davanti a 100 mila presenze insieme a Fiorella Mannoia, Afterhours, Vinicio Capossela, Tre Allegri Ragazzi Morti e tanti altri. «Stare bene» è il secondo disco di «Non Giovanni», in uscita in primavera per Irma Records con la collaborazione di Red & Blue. Dieci tracce di musica Pop che parlano di vita e di amore, di stare bene e stare male. L'ansia e lo stress, l'amore per una donna e l'amore per la musica, la gioia di mettere al mondo dei figli, la paura di crescerli, la follia, la bellezza, la forza di essere umani. Produzione artistica: Alberto Dati con Giovanni Santese.Per informazioni : www.lemurate.it.

Il Fierone
In Piazza Giacomo Matteotti da mattina a sera il grande Fierone degli ambulanti: 230 banchi da piazza Togliatti a piazza Matteotti, stand con 400 espositori aperti dalle 9.30 a mezzanotte, tanti eventi anche nell'area Pets alla Fiera di Scandicci. Ingresso libero. E' l'appuntamento clou della Fiera di Scandicci, da non perdere.

Libri
Alle 18 alla Ibs+Libraccio Firenze, Matteo Cecchi presenterà il suo libro, «Guida agli orrori di Firenze. Il macabro nell'arte, nella storia e nei luoghi della città», insieme ad Antonio Montanaro, giornalista del Corriere Fiorentino. Le vie, le piazze, i vicoli di Firenze che vengono elencati in ordine alfabetico in questa guida sono stati dal passato fino ad oggi, scenario di eventi orribili: assassinii, parti mostruosi, attentati, esecuzioni, sacrilegi, epidemie, rituali occulti, torture, eccidi. Vi si trovano palazzi, chiese e musei che contengono quadri, affreschi, sculture, composizioni spaventose o raccapriccianti: iconografie quali l’Inferno, il Giudizio Universale, il Trionfo della Morte e la Strage degli Innocenti, l’Apocalisse, i Memento Mori; ma anche collezioni anatomiche, lugubri reperti archeologici, ossari, tombe monumentali.

Il premio illustre
Alla Florence Biennale l'architetto giapponese Arata Isozaki parteciperà alla manifestazione d'arte per ricevere il premio Lorenzo il Magnifico alla carriera. Nato nel 1931 in Giappone, Arata Isozaki è uno dei massimi esponenti dell'avanguardia giapponese del ventesimo secolo. Nelle sue realizzazioni sono evidenti numerosi riferimenti ad architetti della «prima età moderna» (Ledoux) o dei primi anni del 20esimo secolo (Le Corbusier). Molto attivo in Italia, si ricordano il progetto del 1998 per la nuova uscita degli Uffizi a Firenze, il progetto CityLife (riqualificazione Fiera urbana) a Milano, la stazione centrale di Bologna realizzata con Andrea Maffei, il Palahockey olimpico a Torino Tra le sue realizzazioni: la Fukuoka mutual bank (1969-71); i musei di Gumma e di Kitakyushu (1970-74); il municipio di Kamioka (1976-78); il centro civico di Tsukuba (1979-83); il Museum of contemporary art di Los Angeles (1983-86); l'Art tower di Mito (1986-90). Il palazzo dello sport Sant Jordi a Barcellona (1990), costruito in occasione delle Olimpiadi del 1992.